Bando per la valorizzazione dei brevetti a favore di micro e PMI

Nuova legge brevetti negli Stati Uniti
23 settembre 2011
Bando di incentivi per il design a favore delle micro e PMI
10 ottobre 2011

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato un avviso pubblico, denominato “BREVETTI +”, finalizzato alla concessione di premi per la brevettazione e incentivi alla valorizzazione economica dei brevetti.

Ai premi possono accedere le micro, piccole e medie imprese, con sede legale ed operativa in Italia, che abbiano avviato almeno un procedimento relativo a:

1) deposito di una o più domande di brevetto nazionale all’UIBM, a partire dal 1/1/2011

2) estensione di una o più domande di brevetto nazionale all’EPO (European Patent Office), a partire dal 1/1/2011

3) estensione di una o più domande di brevetto nazionale al WIPO (World Intellectual Property Organization), a partire dal 1/1/2010.

I premi, erogati entro i limiti del de minimis, sono concessi in modo differenziato (da 1.500 euro a 6.000 euro per ciascun domanda, fino ad un massimo di 5 domande) sulla base dei risultati conseguiti, nelle relative fasi di procedimento brevettuale, dopo la pubblicazione dell’avviso (GURI n. 179 del 3/08/2011) ed entro la data di presentazione della domanda.

Agli incentivi possono accedere le micro, piccole e medie imprese, anche di nuova costituzione (imprese costituite nei 12 mesi antecedenti la data di invio telematico della domanda), aventi sede legale ed operativa in Italia.

Le imprese proponenti devono trovarsi in una delle seguenti condizioni:

1) sono titolari di uno o più brevetti;

2) hanno depositato una o più domande di brevetto per le quali sussiste: in caso di deposito nazionale all’UIBM, il rapporto di ricerca con esito non negativo; in caso di deposito per brevetto europeo, la richiesta di esame sostanziale all’EPO; in caso di deposito per brevetto internazionale (PCT), la richiesta di esame sostanziale al WIPO.

3) sono in possesso di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza di uno o più brevetti, con un soggetto, anche estero, che ne detiene la titolarità.

Il contributo, che copre fino all’80% dei costi sostenuti nella misura massima di 70.000 euro, è concesso per l’acquisto di servizi specialistici (successivo alla presentazione della domanda) finalizzati all’implementazione del brevetto all’interno del ciclo produttivo o alla valorizzazione del brevetto sul mercato.

Le domande di agevolazione possono essere presentate a partire dal 2 novembre 2011 a Invitalia, fino ad esaurimento delle risorse, che ammontano a 30,5 milioni di euro.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.invitalia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *